arancino-ragù

Arancino al Ragù

L’arancino di riso (o arancina) al ragù, vanto della cucina siciliana, è un piccolo timballo adatto ad essere consumato sia come spuntino che come antipasto, primo piatto o addirittura piatto unico. 

TEMPO110 Minuti
DIFFICOLTA’
DOSI12 Pezzi

Ingredienti Arancino al Ragù

  • Zafferano 1 bustina
  • Riso 500 g
  • Acqua 1,5 l
  • Cipolle 1/2
  • Maiale macinato 100 g
  • Vino rosso 50 ml
  • Farina 00 200 g
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Burro 55 g
  • Sale fino 1 pizzico
  • Caciocavallo 150 g
  • Passata di pomodoro 200 ml
  • Pepe nero q.b.
  • Pisellini 80 g
  • Pangrattato q.b.
Procedura Arancino al Ragù

Per preparare gli arancini di riso, iniziare lessando il riso in 1,2 l di acqua bollente salata, in modo da far si che, a cottura avvenuta, l’acqua sia stata completamente assorbita. Fare cuocere per circa 15 minuti, poi sciogliere lo zafferano in pochissima acqua calda e unirlo al riso ormai cotto. Unire anche il burro a pezzetti.

Unire il formaggio grattugiato, mescolare bene per amalgamare il tutto, dopodiché  versare e livellare il riso su un vassoio ampio e basso e coprirlo con la pellicola, per farlo raffreddare completamente. Lasciare riposare il riso per un paio di ore fuori dal frigorifero. Per il ripieno al ragù mondare e affettare finemente la cipolla, fare stufare la cipolla tritata in un tegame con 2 cucchiai d’olio e il burro, poi unire la carne macinata; fate rosolare a fuoco vivace, quindi aggiungere il vino e lasciare sfumare.

Aggiungere la passata di pomodoro, aggiustare di sale e di pepe a piacere e fare cuocere a fuoco lento coperto per almeno 20 minuti. A metà cottura, aggiungere i piselli.

Mentre i piselli si cuociono tagliare a cubetti il caciocavallo, il prosciutto cotto e la mozzarella.

Una volta che il riso si sarà raffreddato completamente, formare gli arancini, tenendo vicino una ciotola colma di acqua così da poter inumidire le mani. Prelevare un paio di cucchiai di riso per volta, schiacciare il mucchietto al centro della mano formando una conca e versarci all’interno un cucchiaino di ripieno al ragù, aggiungere qualche cubetto di caciocavallo.

Richiudere la base dell’arancino con il riso e modellarlo dandogli una forma a punta.

Per preparare la pastella versare in una ciotola la farina setacciata, un pizzico di sale e l’acqua. Mescolare accuratamente con una frusta per evitare che si formino grumi.

 Tuffare gli arancini, nella pastella avendo cura di ricoprirli interamente e rotolarli nel pangrattato.

In un pentolino scaldare l’olio e portarlo alla temperatura di 170°, a quel punto friggere un arancino alla volta per non abbassare la temperatura dell’olio: quando saranno ben dorati scolarli ponendoli su un vassoio foderato con carta assorbente.

Classificazione: 1 su 5.

Commenta

Blog at WordPress.com.