pasta-sarde

Pasta con le Sarde

Il sapore della Sicilia in un’iconica ricetta della tradizione: la pasta con le sarde! Il gusto rustico del pesce azzurro incontra l’aroma intenso del finocchietto selvatico e dello zafferano, a cui si aggiunge la nota croccante dei pinoli e quella agrodolce dell’uvetta.

TEMPO85 Minuti
DIFFICOLTA’
DOSI4 Persone

Ingredienti Pasta con le Sarde

  • Spaghettoni 400 g
  • Cipollotto fresco 100 g
  • Uva passa 25 g
  • Acciughe sott’olio 6 filetti
  • Olio extravergine di oliva 60 g
  • Finocchietto selvatico 150 g
  • Acqua 3,2 l
  • Passata di pomodoro 30 g
  • Prezzemolo q.b.
  • Sarde 300 g
  • Aglio q.b.
  • Pinoli 20 g
  • Peperoncino secco q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Zafferano in pistilli 0,5 g
  • Pangrattato 150 g
  • Origano q.b.
Procedura Pasta con le Sarde

Per realizzare la pasta con le sarde, per prima cosa pulire il finocchietto selvatico eliminando le parti più coriacee dei gambi. In una pentola portare a bollore 3 litri di acqua, poi aggiungere il finocchietto e farlo bollire per 3-4 minuti se tenero, oppure 10-12 minuti se tardivo. Scolare il finocchietto e tenere l’acqua di cottura da parte.

Trasferire il finocchietto in un colino e schiacciarlo per eliminare l’acqua in eccesso. Aggiungere il liquido ottenuto all’acqua di cottura tenuta da parte. Infine tritare il finocchietto.

Preparare l’acqua allo zafferano: tostare i pistilli di zafferano in un pentolino per un paio di minuti, poi sfumare con l’acqua e portare a bollore. Quando comincerà a bollire, spegnere il fuoco e lasciate riposare per 15-20 minuti.

Tenere da parte e passare alla mollica croccante: versare in un mixer la salsa di pomodoro e l’olio insieme all’aglio tritato finemente e all’origano.

Unire anche il peperoncino e il prezzemolo, poi frullare per ottenere un composto omogeneo.

Trasferire il composto in una ciotola e aggiungere il pangrattato, poi mescolare bene per amalgamare. Sgranare il tutto con un colino a maglie larghe o uno scolapasta così da eliminare l’umidità, avendo cura di rimettere nella ciotola i residui trattenuti.

Versare il pangrattato così ottenuto in una padella, salare e tostare fino a quando diventerà asciutto e croccante. Preparare un paio di ciotole con acqua e ghiaccio per eliminare il sangue dal pesce durante le fasi della pulizia. Tagliare la testa delle sarde, le pinne dorsali e quelle ventrali, riponendo man mano le sarde in una delle ciotole con acqua e ghiaccio.

Aprire le sarde a libro, rimuovere la lisca e sciacquarle nella seconda ciotola con acqua e ghiaccio. Scolare le sarde pulite e adagiarle su un vassoio foderato con carta assorbente, poi tamponarle bene per asciugarle. Tritare grossolanamente dividendo ciascuna in 3 pezzi.

Cuocere il condimento: mondare e tritare finemente i cipollotti, poi fare soffriggere in un tegame con l’olio, l’aglio tritato e le acciughe, tenendo da parte l’olio della conserva.

Quando le acciughe iniziano a sfaldarsi aggiungere anche un goccio del loro olio e il peperoncino. Dopo qualche minuto versare l’acqua allo zafferano e i pinoli.

Unire anche l’uva passa e il finocchietto. Mescolare bene, poi aggiungere le sarde.

Regolare di sale e, se necessario, aggiungere altra acqua: le sarde dovranno risultare coperte. Nel frattempo, portare a bollore l’acqua di cottura del finocchietto; se non dovesse allungarla con altra acqua. Salare a bollore e cuocere gli spaghettoni, dopodiché scolarli nel tegame col condimento.

Aggiungere ancora un giro d’olio e saltare la pasta per massimo un minuto, mescolando delicatamente. Completare il piatto con la mollica croccante e servite subito la pasta con le sarde.

Classificazione: 1 su 5.

Commenta

Blog at WordPress.com.