pidone-messinese

Pidone Messinese

Il Pitone o Pidone è un rustico che non manca mai nelle rosticcerie dei messinesi, di solito viene farcito con i più disparati ingredienti, ma i veri Pidoni messinesi sono quelli detti “tradizionali”: scarola, pomodoro, acciughe e formaggio.

TEMPO160 Minuti
DIFFICOLTA’
DOSI10 Pezzi

Ingredienti Pidone Messinese

  • Farina 00 500 g
  • Acqua 1 bicchiere
  • Sale 1 cucchiaio
  • Lievito di birra 10 g
  • Zucchero 1 cucchiaio
  • Olio extravergine di oliva 1/2 l
  • Scarola 1 cespo
  • Pepato fresco 200 g
  • Acciughe sott’olio 1 vasetto
  • Pomodori 6
  • Formaggio filante 200 g
  • Pepe q.b.
Procedura Pidone Messinese

Riporre la farina in un recipiente; sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida e versarlo poco a poco sulla farina, cominciando ad impastare con le mani. Aggiungere lo zucchero ed il sale e continuare ad impastare.

Una volta ottenuto un buon impasto, unire l’olio d’oliva e continuare a lavorare. Se l’impasto risulterà troppo duro aggiungere dell’acqua. Lasciare riposare almeno 3 ore, avvolgendo l’impasto in un canovaccio e poi in un plaid di lana; altrimenti accendere la luce del forno e riporlo all’interno, avvolto semplicemente in un canovaccio.

Preparare il ripieno cominciando a sciacquare bene la scarola; tagliandola poi a pezzettini. Lavare anche i pomodori, tagliarli a metà e togliere l’acqua e i semi. Tagliare a cubetti ed unirli insieme alla scarola all’interno di uno scola pasta. Condire il tutto con olio, sale e pepe e lasciare scolare l’acqua in eccesso.

Preparare a parte i due tipi di formaggio a cubetti e le acciughe spezzettate.

Allungare l’impasto con le mani e tagliare con il coltello dei quadrati, in modo da definire le porzioni. Infarinare il piano di lavoro e il mattarello e stendere uno ad uno i dischi di pasta.

Adagiare su ognuno la scarola ed il pomodoro, le acciughe ed i cubetti misti di formaggio. Ripiegare i dischetti su sé stessi e chiuderli, sigillando i bordi con una forchetta.

Fare scaldare una pentola con dell’olio di semi, nel quale immergere i pidoni. Friggere i pidoni e metterli in un piatto foderato di carta assorbente.

Classificazione: 1 su 5.

Commenta

Blog at WordPress.com.